Chi paga lo spurgo della fogna condominiale

Chi paga lo spurgo della fogna condominiale?

Chi paga lo spurgo della fogna condominiale? Se sei in affitto o possiedi un appartamento o una casa in un condominio, te lo starai chiedendo. A chi spetta sostenere i costi di manutenzione delle fosse settiche? Di seguito tutte le informazioni utili che ti serve conoscere.

Chi paga lo spurgo della fogna condominiale?

Non è cosa semplice orientarsi tra le regole che gestiscono i contratti e le responsabilità tra condomini. Soprattutto in burocrazie complicate come lo è quella italiana, non si può chiarire sbrigativamente chi paga lo spurgo della fogna condominiale. Trattando il tema della locazione e delle spese condominiali, le norme specifiche a cui bisogna riferirsi sono:

  • Le norme legislative contenute all’interno del codice civile
  • Le norme di tipo regolamentare in riferimento ai contratti noti come 3+2, transitori e per studenti universitari
  • Le regole specifiche indicate in ogni singolo contratto di locazione
  • Le norme previste in ogni specifico statuto condominiale

Chi sostiene la manutenzione degli impianti? Cosa dice la legge

Chi paga lo spurgo della fogna condominiale

Per capire chi paga lo spurgo della fogna condominiale dobbiamo prima fare un passo indietro. Capiamo prima chi deve in generale pagare lo spurgo in una abitazione. La questione si fa spinosa in caso di contratti di affitto. Facciamo riferimento innanzitutto alle norme presenti nel codice civile che regolano la materia.  L’art. 1576 del codice regola il mantenimento in buono stato degli oggetti in locazione. Nello specifico chiarisce che il locatore deve eseguire, durante la locazione, tutte le riparazioni necessarie, eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore. Specifica in seguito inoltre che se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione di ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore.

Da questo primo articolo è chiaro come la responsabilità in linea di massima stia a chi abita la casa, dunque all’inquilino. Questo vale come linea generale anche per i condomini. la legge 392/78 entra più nel dettaglio. Il comma primo dell’articolo 9 specifica infatti che sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all’ordinaria manutenzione dell’ascensore, alla fornitura dell’acqua, dell’energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell’aria, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonché alla fornitura di altri servizi comuni.

La legge quindi sancisce chiaramente chi paga lo spurgo della fogna condominiale. Di norma è chi vive nell’abitazione a dover pagare le somme relative alla manutenzione delle fosse settiche. La stessa legge però ne decreta i diritti. Prima di effettuare il pagamento il conduttore ha diritto di ottenere l’indicazione specifica delle spese di cui ai commi precedenti con la menzione dei criteri di ripartizione. L’inquilino gode anche del diritto di poter visionare i documenti giustificativi dei costi sostenuti.

Chi paga lo spurgo della fogna condominiale?

Come per tutte le attività di riparazione straordinaria o regolare manutenzione di una struttura condivisa, esistono chiaramente regole speciali. Vediamo quelle riguardo le fosse biologiche e i pozzi neri di cui dispongono i condomini. La suddivisione dei costi relativi la periodica vuotatura e pulizia delle fosse settiche sono in linea generale quelle che abbiamo già visto previste dalla legge. Dato che queste spese si riferiscono a beni ed impianti condivisi da tutti gli occupanti dello stabile dobbiamo riconoscerne i costi di manutenzione a tutti coloro che ne fanno utilizzo.

Chi paga lo spurgo della fogna condominiale va individuato sempre nel locatario, ovvero la persona responsabile del pagamento, e non il proprietario. Ovviamente, parlando solo dei condomini che usufruiscono di tali servizi, sono esclusi tutti coloro che non utilizzano la rete fognaria della struttura. Può capitare infatti che qualcuno possegga o occupi solo un garage, un box auto o una cantina. Spesso questi locali non sono collegati agli impianti di gestione degli scarichi del condominio in quanto sprovvisti di servizi igienici o sanitari. In questo caso i loro locatari sono esenti dalla responsabilità di sostenerne la manutenzione.

Come sono suddivise le spese condominiali?

Chi paga lo spurgo della fogna condominiale

Per prevedere ogni tipo di problema è buona norma di ogni condominio prevedere una somma annua apposita da dover versare nelle casse condominiali. Non sarà più difficile capire chi paga lo spurgo della fogna condominiale con una somma già predisposta. In questo modo non sarà una sorpresa per i condomini più distratti, né un imprevisto per chi non ha disponibilità immediate. Un’idea simile è quella di implementare le spese di gestione degli impianti di scarico a quelle condominiali già previste.

in generale, le spese periodiche di manutenzione della rete fognaria condominiale devono essere suddivise tra tutti gli abitanti della struttura. La suddivisione viene fatta in modo proporzionale tenendo conto dei millesimi che ne occupano. Questa è la regola generale, a patto che non vi siano nel regolamento condominiale delle tabelle d’uso che non prevedano diversamente. Chi paga lo spurgo è dunque sempre il locatario. Può farlo in modo diretto oppure, nel caso in cui la somma sia stata anticipata dal proprietario, dovrà rimborsarlo. Le modalità di risarcimento sono presenti nei contratti di locazione oppure stabiliti da un accordo tra le parti.

Abbiamo già descritto i diritti di tutti i residenti di poter avere dall’affittuario o dall’amministratore l’indicazione precisa delle spese da dover sostenere. Assieme a quella e loro diritto ricevere anche ricevute e resoconti completi. Inoltre i locatari hanno due mesi di tempo per estinguere il pagamento delle spese di gestione condominiale. Si intendono quelle relative ai beni comuni della struttura. Se tale termine dovesse scadere e le spese oltrepassare il valore di due mesi di affitto, il proprietario potrà avvalersi del diritto di rescindere dal contratto di locazione per inottemperanza.

Adesso che hai chiaro chi paga lo spurgo della fogna condominiale sarai interessato a quanto costa vuotare la fossa biologica, scoprilo nel nostro articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.